Recensione “Mio figlio in Rosa”

🏳️‍🌈 Giugno è il “Pride Month”. 🏳️‍🌈

Perché proprio giugno?
Perché si commemora un evento importante avvenuto tra la notte del 27 e il 28 giugno del 1969: i moti di Stonewall.

Quella notte ci fu una retata della polizia allo Stonewall Inn, uno dei bar gay più famosi di New York. Le retate nei locali erano quasi una routine, ma quella notte iniziarono proteste, rivolte che continuarono per giorni tra arresti e manifestazioni. Quell’evento sancì l’inizio del movimento di liberazione gay e nel 1970, per ricordare quella notte di protesta dell’anno precedente, si tenne quella che fu la prima parata dell’orgoglio gay a New York.

Ecco perché giugno è il mese delle manifestazioni, degli eventi, per continuare a combattere per i diritti e per la libertà di essere se stessi e di amare, per un mondo senza pregiudizi e senza odio.

Anche noi vogliamo celebrare questo mese così importante e carico di significato e in questa settimana (proprio quella dell’anniversario dei moti Stonewall 😊) vi segnaliamo alcune opere presenti nel nostro centro di documentazione:

📚 La storia di una mamma che racconta la sua esperienza con l’identità di genere e la decisione di lottare per la libertà e il diritto di su* figli* di essere semplicemente se stess*.
“Mio figlio in rosa” di Camilla Vivian.

🏳️‍🌈 Buona letture arcobaleno! 🏳️‍🌈