Giornata Internazionale della Visibilità delle persone Non Binarie

Il 14 Luglio è la Giornata Internazionale della Visibilità delle persone Non Binarie.

In questa giornata Arcigay Rete Trans* Nazionale desidera contribuire a celebrare e amplificare la voce delle persone non binarie supportando l’autodeterminazione di tutti i vissuti e la comprensione d’identità che esulano dalla suddivisione binaria del genere nella societá.
Una società rispettosa e inclusiva per l’esistenza delle persone non binarie è possibile, e dipende da ciascun* di noi.
Informiamoci sulla complessità del genere nella storia e in altre culture, leggiamo materiale scritto da persone non binarie, e condividiamo le conoscenze acquisite con che ci circonda nel quotidiano.
Siamo tutt* parte di un bellissimo arcobaleno 🌈 in cui ogni sfumatura è unica e irripetibile, e merita di esistere alla pari ed essere valorizzata.

Scopri e condividi la campagna sulle nostre pagine Facebook e Instagram.

Recensione “Gli uomini con il triangolo rosa”

Secondo appuntamento con le nostre recensioni, ecco la recensione di “Gli uomini con il triangolo rosa”.

Questo è il racconto di una delle più atroci pagine della storia del novecento, da voce alle vittime dimenticate del nazismo, vittime di cui si parla poco o quasi nulla.
Nel 1939 Heinz Hager viene arrestato a Vienna perché viene denunciato in quanto omosessuale, da qui inizia la sua discesa(e quella di tanti prigionieri come lui) verso l’inferno; la deportazione nei campi di concentramento, le torture, le umiliazioni, le morti. In questo scritto ci racconta, in un modo così crudo che a tratti riesci a sentire il loro dolore, dell’inferno degli “uomini con il triangolo rosa” all’interno dei campi di prigionia, una dura lettura ma che andrebbe fatta almeno una volta, per non permettere che tutto questo venga dimenticato

Se vuoi seguire tutte le nostre recensioni, ma non solo, ricordati di mettere Mi piace alle nostre pagine Facebook e Instagram!

Cinema – Gli anni amari

Siamo felic* e orgoglios* che questo film sulla vita di Mario Mieli, sia anche a Cremona, e più precisamente allo Spazio Cinema del Cremona Po.
Fino a mercoledì, spettacolo unico delle 19:50.

Sinossi:
Primi anni ’70. A partire dal liceo milanese in cui Mario Mieli non nasconde la propria omosessualità dicendo di chiamarsi Maria, si affrontano le tappe della vita privata e pubblica di una personalità che sia nel campo della liberazione sessuale sia in quello artistico ha trovato il modo di esprimersi senza remore, provocando nella società del tempo dei necessari scontri ma anche dei confronti che hanno inciso sul futuro.

Maggiori informazioni e per prenotazione, sito web del cinema:
https://cremona.spaziocinema.18tickets.it/film/8716

Il sito ufficiale di Arcigay Cremona "La Rocca"